Skip to Content

Presentata la V.I.S. (Valutazione di Impatto Sanitario) di Viggiano e Grumento Nova

ambiente_piccola.jpg

Mercoledì 21 maggio 2014 alle ore 18,00 presso l'Hotel dell'Arpa a Viggiano è stata presentato il progetto di studio che abbiamo inteso chiare V.I.S., acronimo che vuol dire Valutazione di Impatto Sanitario dei Comuni di Viggiano e Grumento Nova.

Finalmente dopo 5 anni di lavori preparatori, si è giunti al traguardo; dopo tanti, troppi ostacoli siamo arrivati alla definizione dello studio che finalmente darà elementi di certezza e renderà più trasparente l'eventuale connessione tra attività estrattiva ed aumento delle patologie respiratorie e cardiovascolari nel territorio più interessato dalle estrazioni.

Certo, tali attività dovrebbero essere appannaggio della Regione Basilicata, che dovrebbe salvaguardare non solo la salute dei suoi cittadini ma anche la salubrità dei suoi territori e non le amministrazioni locali. Come è fuori ogni dubbio che, i due Comuni, avendo entrate extratributarie proprie, hanno voluto utilizzare queste risorse per un progetto strategico per la difesa del territorio e della salute dei suoi abitanti.

Un primo passo verso la strada della chiarezza viene fatto con l'avvio della VIS, che vede i cittadini delle due comunità tra i protagonisti principali del progetto; come pure la partecipazione di tutti i portatori di interesse della Val d'Agri. E' un progetto innovativo che non ha eguali in altri posti del Mezzogiorno d'Italia e che getterà le basi per una nuova politica di attenzione ai fenomeni industriali che interessano questa regione.

Se da un lato il lavoro e l'occupazione da esso derivante deve essere messo in condizioni di poter operare, dall'altra dovrebbe evitare di produrre costi sociali altrettanto dispendiosi ed economicamente non sostenibili. Negli ultimi 12-13 anni abbiamo assistito al fatto che il più delle volte il "controllore" ed il "controllato" siano state la stessa persona, ora con il passaggio delle centraline da Eni ad ArpaB mette quest'ultima nelle condizioni di poter operare al meglio per definire i livelli di inquinamento in modo più trasparente e leggibile, fornendo utili informazioni agli enti preposti sulle possibili azioni da intraprendere per limitarne gli effetti sia sull'ambiente che sulla salute della popolazione.

Chiudo l'attività di Presidente della Commissione VIS, che ho avuto l'onore e l'onere di presiedere per questi 5 anni, portando a casa (sia chiaro per tutti i cittadini) il risultato di iniziare un percorso che porterà ad una migliore comprensione del "fenomeno petrolio", sia in senso positivo (e dunque con la consapevolezza che tale attività non produce danni né all'ambiente e né alla salute) sia in senso negativo ove si verificasse una qualche correlazione tra aumento di immissione di inquinanti in atmosfera ed aumento di alcune patologie.

Chiudo ricordando quanto disse secoli fa il filosofo inglese Francis Bacon: "Nulla v'è che induca l'uomo a molto sospettare, quanto il poco conoscere"!!!

AllegatoDimensione
LA GAZZETTA 21.05.2014.pdf1.32 MB
LA GAZZETTA 22.05.2014.pdf1.7 MB
LA NUOVA 23.05.2014.pdf1.62 MB
VIS viggiano_opuscolo.pdf241.52 KB
See video


videostory | by Dr. Radut